LUTTO NEL CICLISMO PIEMONTESE: E’ MANCATO OCTAVIO DAZZAN

stampa

Ci ha lasciati, all’età di 66 anni, Octavio Dazzan, ex ciclista su strada e pista, campione del mondo a Losanna nel 1975 nella velocità.

Nato a Buenos Aires nel 1958, si trovava proprio in Argentina ieri, 16 gennaio,  quando è stato colto da un malore.

Un doppio legame tra Italia ed Argentina ha sempre contraddistinto la sua vita: tutto iniziò con la migrazione del papà Luigi Silvio Dazzan nel secondo dopoguerra, partito dal comune di  Palazzolo della Stella, in Friuli, che in Sud America aprì dopo qualche anno un negozio di biciclette. Da lì la passione per il pedale crebbe portando Octavio ad una brillante carriera giovanile costellata di successi in Argentina, fino a metà degli anni ‘70, quando venne naturalizzato italiano, con l’obiettivo olimpico di Mosca 1980. Proprio in vista della preparazione Olimpica su pista la sua casa divenne il Piemonte, dove poteva allenarsi presso il Motovelodromo di Torino.

Nel decennio a cavallo degli anni ’70 e ’80, Dazzan ha tenuto alto il nome della velocità italiana. E’ stato campione del mondo a Losanna nel 75, doppio argento a Barcellona 84 nel Keirin e nella Velocità, ancora argento ai mondiali di Bassano (85) e Gand (88) sempre nel keirin.

Nella carriera da professionista ha vestito per 9 volte la maglia tricolore: 5 nella velocità, tre nel keirin e 1 nella velocità indoor. Ha conquistato anche 3 titoli europei sempre nella velocità.

Finita la carriera agonistica ha a sua volta aperto un negozio di biciclette, conosciuto in tutto il torinese, ed ha seguito in prima persona le squadre giovanili come direttore sportivo, legato in modo particolare alla Ciclistica Rostese. Con passione ha coinvolto atleti grandi e piccini insegnando loro i trucchi del mestiere. Tra questi anche il figlio Davide, che ha avuto una brillante carriera da ciclista ad inizio anni 2000.

Lo ricorda commosso anche il presidente FCI Cordiano Dagnoni, che ha percorso un pezzo di storia della pista in sua compagnia.

 

Il Presidente del Comitato Regionale Massimo Rosso e tutto il Comitato Regionale Piemontese porgono alla famiglia le più sentite condoglianze.

Share This Article